Tutt’altro che sconosciuti: un raduno di pendolari blogger

Un’ora di sosta a Porretta, oggi è una giornata splendida, fin troppo calda per essere ad inizio maggio. Rimango sul treno fermo e vuoto. Le colline dell’appennino tutt’intorno, morbide e rilassanti, e il rumore del condizionatore concigliano la siesta. Consulto la posta e mi sorprende un piacevole fermento, messaggi, richieste di amicizia sui Social e la cosa più bella: trovo i primi resoconti e i primi confronti dal gruppo di blogger che sabato hanno partecipato al raduno dei, anzi “delle” blogger pendolari.E’ iniziato tutto con una mail qualche mese fa, Pendolante mi ha invitava a partecipare al IV Raduno dei pendolari blogger, subito mi sono fatta prendere da un’euforia quasi adolescenziale, ma poi come sempre sapevo di dover fare i conti con la realtà, sicuramente sarebbe stato un fine settimana, e io normalmente lavoro, poi non avrei mai potuto allontanarmi per piu di un giorno con i bimbi ancora piccoli, per andare dove? A Napoli, cosi lontano, con degli sconosciuti, tutto sommato. Ma poi ho scoperto che sabato 9 maggio sarei stata di riposo, che prendendo la Freccia rossa delle 6.00 all’andata e quella delle 18.00 al ritorno sarei potuta tornare per un orario decente, certo, sarei dovuta partire in piena notte da Imola, ma ormai avevo messo in moto la macchina, e tutta orgogliosa ho mandato una foto dei biglietti a mio marito, lui sarebbe venuto con me, e la cosa mi sarebbe costata non so quanti bonus… ma andava bene cosi, finalmente ci concedavamo una parentesi per noi, infondo erano solo 5 ore di treno all’andata e cinque al ritorno, “solo”…

Così è iniziata l’avventura, alle 4.30 appuntamento con lui nel cortile di casa dei miei genitori per andare insieme in stazione. Era in maniche corte con una polo a righe come se l’aria fredda della mattina fosse il suo clima ideale, gli occhi piccoli, stanchi, quasi socchiusi, di chi non è abituato ad alzarsi a quell’ora. La Freccia Rossa partiva da un binario in superficie, lui si era seduto subito, ma io continuavo a salire e scendere dal treno, col telefono in mano scambiando messaggi con Pendolante che doveva ancora arrivare in stazione a causa della soppressione del suo treno da Modena. “Chissà se riuscirò a riconoscerla? Chissà che tipo è dal vivo?” Poi l’ho incrociata sul predellino, tutta trafelata mentre si accendeva una sigaretta sul marciapiede, ci siamo squadrate un attimo per poi capirci immediatamente, c’è stata subito sintonia, ho trovato una persona brillante e piacevole, tanto che la sua compagnia, e quella di suo marito ha reso scorrevole persino l’ulteriore ora di treno regalataci da un guasto alla linea.   

A Firenze si è aggiunta un’altra coppia, Vitadapendolare e suo marito, ancora delle piacevolissime scoperte, due cervelloni, lei così dolce e riservata ma con gli occhi vispi di chi ha tantissimo da dire, e suo marito, un uomo alto, pieno di interessi, musicista, giocatore di ruolo, “nerd” a suo dire…  E poi a Napoli tutti gli altri, sconosciuti? Infondo quante volte ho letto i loro post, mi sono ritrovata nelle loro parole, narratori di esperienze così simili… una giornata in compagnia di persone ricche, che ci hanno accolto con calore, piene di argomenti e di curiosità. Anche se sono l’ultima arrivata, anche se sono un capotreno, mi hanno dato davvero molto. Sono stata bene. Ho mangiato, ho chiacchierato, ho condiviso esperienze, speranze e progetti futuri, ho ricevuto cosìgli sinceri che forse mi sproneranno per il futuro, mi sono potuta confrontare e mettere in discussione. Grazie a tutte voi care blogger, e ai vostri compagni… Sconosciuti? Io direi proprio di no! Piuttosto bellissime persone con cui condividere un pezzetto di vita.   

Ognuna di loro ha dato una sua lettura del raduno e io ne approfitto per presentale:

Annunci

9 thoughts on “ Tutt’altro che sconosciuti: un raduno di pendolari blogger

  1. Che corsa e che bello trovarti lì ad accogliermi sulla piattaforma di casa tua, ma anche un po’ mia. Abbiamo avuto 5 ore in più degli altri per conoscerci e sei stata una bella conferma e una splendida sorpresa. Grazie a te e a tuo marito.

    Liked by 1 persona

di la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...