Quando hai talmente fame

Hai presente quando hai talmente fame che non vedi l’ora di arrivare e ti fai già un’idea di cosa mangerai una volta arrivato?

Pensi a cosa preparare e scannerizzi mentalmente l’interno di frigorifero, freezer e dispensa, ma a volte sei così stanco da non aver nessuna voglia di cucinare e se sei fortunato puoi sperare che qualcuno a casa ti faccia trovare qualcosa di pronto e a quel punto inizi a immaginare quale possa essere la pietanza che ti attende, azzardi ipotesi basandoti sul giorno della settimana, sulla ripetitività  e la frequenza dei piatti; altrimenti se a casa non c’è nessuno che possa o voglia preparare, sei costretto con grande rammarico a passare al vaglio i vari Take Away, e mentre sei lì  che stai fantasticando su pizze filanti, invitanti ravioli ed involontini, untissime patatine fritte, Kebab straripanti o calzoni grondanti pomodoro e mozzarella col il “bavino” al lato della bocca alla Homer Simpson, l’altoparlante annuncia l’arrivo alla tua stazione, così sfrecci alla ricerca di cibo, per ritrovarti affamato ed annoiato in fila ad attendere che i tuoi “cartoccini” da asporto sia pronti.

Hai presente quando hai talmente fame da cadere nel tranello di ordinare molto più di quello che riusciresti a mangiare, ma hai talmente fame che lo mangi lo stesso a costo di scoppiare? Sì lo so che può sembrare ingordigia, ma è come se il tragitto in treno si trasformasse nel preliminare preparatorio a quell’atto di razzia come una manifestazione vorace di qualche specie di fame atavica.

Pensa ora se quel giorno in cui hai talmente fame che non ti basterebbe neanche cenare in uno di quei locali che ti portano la pizza o la pasta “a catena”, quelli in cui mangi ad oltranza, in cui resisti fino all’ultimo immangiabile tortello di zucca, magari appositamente piccantissimo per farti desistere, pensa se quel giorno in cui hai così tanto appetito, tu fossi a dieta, o se per qualche motivo fossi costretto a non mangiare carboidrati.

Niente carboidrati significa niente pane, niente pizza, niente dolci, niente patate, cose delle quali si può ancora fare a meno, ma significa anche niente pasta, e soprattutto niente PIADINA!!!! Come si può vivere in Emilia Romagna senza mangiare pasta fatta in casa e piadina? Lo so, ci sono cose peggiori ma, ribadisco,  hai presente quando hai talmente fame che non vedi l’ora di arrivare per mangiare? E quando è così, non ti basta un triste secondo e una insalatina ti serve quella gratificazione che solo i carboidrati ti possono dare.

Ora non biasimatemi se ho appena divorato due enormi calzoni nella stazione di Ravenna, uno con le erbette e la mozzarella, e l’altro – giusto per farvi soffrire un altro po’- speck, melanzane e scamorza, ma avevo talmente fame…

Annunci

One thought on “Quando hai talmente fame

  1. Biasimarti?! Semmai ti invidio! che bontà. A me capita di avere quella fame lì e la cosa più sbagliata che si possa fare è entrare in un supermercato fare la spesa. Compri la qualunque schifezza

    Mi piace

di la tua

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...